© Helvetas
Mozambico

Accesso all’acqua per i piccoli centri

© Helvetas

Per fornire l’acqua ai piccoli centri servono sistemi più complessi rispetto alle pompe a mano dei villaggi. Per costruire cisterne d’acqua e reti di collegamento nel nord del Mozambico, Helvetas è impegnata in una stretta collaborazione tra autorità e imprenditori privati.

  • Nome del progetto
    Approvvigionamento idrico per i piccoli centri
  • Fase del progetto
    2014 - 2017
  • Finanziamento
    Questo progetto è cofinanziato dalla DSC e attraverso il contributo delle donazioni.
  • Focus tematico
    Acqua
    Sostegno alle aree urbane

Dalla cisterna dell’acqua all’allacciamento domestico

Quanto deve costare una tanica di acqua? Chi si occupa di procurare le parti di ricambio per la pompa? Cosa succede con chi non vuole assolutamente pagare? Queste sono le questioni di cui si occupa il comitato dell’acqua, il quale, nei progetti Helvetas, è incaricato del funzionamento e della manutenzione di pozzi e rubinetti.

Nelle collettività rurali un tale mix di processi, responsabilità, diritti e doveri democratici nonché di controllo sociale funziona bene. Per insediamenti più grandi sono invece necessari altri sistemi e altre regole. Nel nord del Mozambico, Helvetas ha sviluppato un modello che garantisce l’approvvigionamento idrico anche nei piccoli centri.

Padrinato Acqua

Sostenete un Padrinato Acqua e consentite ogni anno a una famiglia di avere accesso all’acqua potabile.
Diventare padrino ora
© Helvetas / Flurina Rothenberger
Andare a prendere l’acqua in Mozambico è compito delle donne e sono quindi soprattutto queste ultime a trarre vantaggio da un sistema di approvvigionamento idrico funzionante nel villaggio. © Helvetas / Flurina Rothenberger
1/3
© Helvetas / Flurina Rothenberger
I pozzi a pompa non lontani dagli insediamenti consentono di avere acqua potabile sicura. © Helvetas / Flurina Rothenberger
2/3
© Helvetas
Le cisterne d’acqua nelle piccole realtà locali forniscono un approvvigionamento sicuro di acqua potabile. © Helvetas
3/3

Le amministrazioni distrettuali, grazie al supporto di Helvetas, costruiscono cisterne di acqua e una rete di condutture, con allacciamenti domestici e rubinetti, che riforniscono fino a 10'000 persone. Le autorità hanno imparato a comunicare apertamente le proprie decisioni e a rappresentare efficacemente l’interesse pubblico nei confronti dei concessionari privati.

I fornitori privati si candidano presso le amministrazioni rurali per ottenere la licenza per gestire l’approvvigionamento idrico. Sono responsabili della manutenzione e come contropartita hanno il diritto di richiedere un prezzo moderato per l’approvvigionamento idrico. Poiché non vogliono compromettere i loro guadagni, sono interessati a sbrigare le riparazioni necessarie in modo rapido e affidabile. Hanno imparato ad assumersi la responsabilità di un sistema idrico funzionante anche in quei gruppi di popolazione in cui non è possibile conseguire un guadagno diretto.

© Simon B. Opladen
«Mal di pancia e diarrea sono diminuiti molto negli ultimi tempi.»

Angela João, 23 anni, Mozambico

Le persone del bacino d’utenza della rete, circa 33'000 abitanti di quattro piccole cittadine, oggi conoscono il proprio diritto all’acqua pulita. Sono sempre più consapevoli, inoltre, che l’approvvigionamento di acqua pulita ha un prezzo, seppur si tratti solo di un paio di centesimi a tanica. Hanno imparato a far valere i propri diritti presso le autorità e gli imprenditori privati.

L’approvvigionamento idrico in un piccolo centro cittadino, seppur con altre procedure, è uguale a quello nei villaggi: una palestra in cui allenarsi alla democrazia e alla responsabilità, anche al di là delle pure necessità.

Acqua

Spesso i più poveri hanno a disposizione solo acqua contaminata. Ogni anno forniamo l’accesso ad acqua potabile e impianti sanitari a 500'000 persone.

Come Helvetas sostiene le persone in Mozambico

L’acqua è rara in Mozambico. Helvetas promuove pertanto la costruzione di pozzi e latrine e sostiene le famiglie di piccoli contadini nella produzione.