Sri Lanka

Affinché la migrazione di forza lavoro abbia esiti positivi

La migrazione come forza lavoro cambia la vita delle famiglie. Se ci si tutela e tutto va bene, un lavoro all’estero consente a molti di uscire dalla povertà. Helvetas forma consulenti locali affinché possano fornire un migliore sostegno a chi vuole emigrare e alle loro famiglie.

  • Nome del progetto
    Migrazione di forza lavoro in sicurezza e con i risultati sperati
  • Fase del progetto
    2016 - 2020
  • Finanziamento
    Questo progetto è un mandato della DSC.
  • Focus tematico
    Governance e pace
    Migrazione

Lavorare all’estero

Ogni anno circa 300'000 uomini e donne, per lo più privi di un’adeguata formazione, abbandonano lo Sri Lanka per lavorare alcuni anni nella penisola araba, in Corea del Sud o in Malesia. Secondo le stime, il denaro che inviano a casa per un ammontare di sette miliardi di dollari statunitensi rappresenta circa il 9 % del Prodotto nazionale lordo del Paese. Le rimesse aiutano numerose famiglie a migliorare sensibilmente la propria condizione economica. Per il governo, dunque, la migrazione della forza lavoro è anche uno dei settori di sviluppo dichiarati.

Tuttavia questo tipo di migrazione comporta anche rischi e trappole. Degli intermediari disonesti e delle condizioni di lavoro disumane rendono per molti, in particolare per le donne, la migrazione un incubo. Il governo del Paese ha perciò istituito il «ministero per gli occupati all’estero»: degli uffici governativi in tutti i 25 distretti del Paese si occupano dei diritti e della tutela dei migranti, fra i quali gli uomini sono leggermente più numerosi rispetto alle donne.

Anche Helvetas si occupa dei rischi della migrazione con un progetto per una migrazione sicura della forza lavoro. Degli assistenti sociali, degli operatori sanitari e dei consulenti psicosociali vengono formati per preparare al meglio chi chiede loro consiglio sulla vita e sul lavoro all’estero, per informarli sui loro diritti e per affrontare paure o traumi.

© Helvetas
Consulenza e appoggio sono fondamentali per i lavoratori migranti. Negli uffici informativi viene loro spiegato a cosa devono prestare attenzione per non trovarsi in difficoltà all’estero. © Helvetas
1/3
© Helvetas
Anche chi rimane a casa si trova ad affrontare nuove sfide. In appositi corsi possono scambiare le loro esperienze e scoprire dove trovare sostegno. © Helvetas
2/3
© Helvetas
Le donne imparano come gestire il denaro che i loro mariti inviano a casa. Investendo con attenzione, le famiglie possono uscire dalla povertà. © Helvetas
3/3

Un corso si occupa anche del cosiddetto analfabetismo finanziario di chi è rimasto a casa. Dei consulenti in migrazione imparano a formare i familiari dei migranti nella gestione dei flussi di denaro provenienti dall’estero, per impedire che dissipino queste ingenti somme a cui non sono abituati.

Al tempo stesso Helvetas sostiene anche le organizzazioni della società civile e ne promuove l’interconnessione. Insieme analizzano i problemi nelle leggi e nella loro applicazione. Hanno collaborato a un rapporto ombra («shadow report») sulla migrazione che è approdato alle Nazioni Unite. Il governo nel frattempo ha riconosciuto il valore del lavoro della società civile ed Helvetas ha potuto stabilire importanti contatti tra uffici governativi e organizzazioni della società civile. I corsi e i manuali sviluppati da Helvetas sono ormai diventati parte della formazione continua presso le organizzazioni non governative e gli uffici del governo.

Il progetto sulla migrazione in Sri Lanka è un mandato della DSC, realizzato da Helvetas.

«Aiutiamo i migranti a prepararsi a ciò che li aspetta all’estero e a proteggersi dallo sfruttamento. Inoltre facciamo loro capire quanto sia importante coinvolgere nella decisione anche le loro famiglie.»

Ranjan Nellimale, 30 anni, responsabile di progetto locale, Sri Lanka

Governance e pace

Molti uomini e donne nei nostri Paesi partner non godono dei loro diritti fondamentali né possono prendere parte ai processi decisionali.

Come Helvetas sostiene le persone in Sri Lanka

Helvetas si impegna in Sri Lanka a garantire condizioni eque e sicure nella migrazione della forza lavoro. Promuove inoltre la pace sociale.

Reportage multimediali

Immergetevi nelle storie dei Paesi coinvolti nei nostri progetti.