© Helvetas / Simon B. Opladen
Nepal

Delle piccole imprese per un futuro nel proprio Paese

© Helvetas / Simon B. Opladen

Per gli oltre 400'000 ragazzi che ogni anno si affacciano sul mercato del lavoro in Nepal, il lavoro scarseggia. Un progetto di Helvetas consente a giovani socialmente svantaggiati di fondare un’impresa propria creando così nuovi posti di lavoro.

  • Nome del progetto
    ELAM: incentivazione delle piccole imprese
  • Fase del progetto
    2017 - 2020
  • Finanziamento
    Questo progetto è finanziato attraverso delle donazioni.
  • Focus tematico
    Economia inclusiva

Carta di banana e oli essenziali

Negli ultimi decenni molti Paesi hanno considerato il Nepal come un bacino di forza lavoro a basso costo, con tutte le opportunità e gli svantaggi che ciò comporta. Un progetto per l’innovazione tecnica e la promozione di piccole imprese contribuisce a far insediare in Nepal imprese di piccole dimensioni e dimostra come il denaro che gli emigrati inviano a casa possa essere investito in maniera produttiva.

Degli oltre 400'000 ragazzi che ogni anno in Nepal si affacciano sul mercato del lavoro, 100'000 lasciano il Paese per cercare un’occupazione in Malesia o nei Paesi del Golfo. Troppo spesso i migranti vengono sfruttati nei cantieri e dalle famiglie per le quali prestano servizio all’estero. Le rimesse in patria rappresentano tuttavia oltre il 30 % del PIL del Nepal. Grazie alla migrazione della forza lavoro già centinaia di migliaia di famiglie sono uscite dalla condizione di povertà. Hanno costruito una casa, acquistato beni di consumo o mandato i figli in scuole private. Le ripercussioni sul mercato del lavoro sono però minime.

La vostra donazione

Permette alle famiglie di avere accesso all'acqua potabile, oppure ai bambini di andare a scuola, ai giovani di ricevere una formazione professionale o ai contadini di guadagnare di più.
Donare ora
© Helvetas / Simon B. Opladen
Dal fusto del banano si producono mangime per animali e carta. © Helvetas / Simon B. Opladen
1/8
© Helvetas / Simon B. Opladen
Dal fusto del banano si producono mangime per animali e carta. © Helvetas / Simon B. Opladen
2/8
© Helvetas / Simon B. Opladen
Dal fusto del banano si producono mangime per animali e carta. © Helvetas / Simon B. Opladen
3/8
© Helvetas / Simon B. Opladen
Le piccole imprenditrici lavorano il fusto del banano fino a ottenere una massa omogenea.  © Helvetas / Simon B. Opladen
4/8
© Helvetas / Simon B. Opladen
Dalla massa omogenea le piccole imprenditrici fabbricano manualmente la carta. © Helvetas / Simon B. Opladen
5/8
© Helvetas / Simon B. Opladen
Per fabbricare la carta le piccole imprenditrici utilizzano dei semplici telai. © Helvetas / Simon B. Opladen
6/8
© Helvetas / Simon B. Opladen
Per fabbricare la carta le piccole imprenditrici utilizzano dei semplici telai. © Helvetas / Simon B. Opladen
7/8
© Helvetas / Simon B. Opladen
Per fabbricare la carta le piccole imprenditrici utilizzano dei semplici telai. © Helvetas / Simon B. Opladen
8/8

Nell’ambito del progetto di Helvetas, dei giovani socialmente svantaggiati vengono sostenuti affinché diventino essi stessi piccoli imprenditori e imprenditrici: distillano oli essenziali da menta, eucalipto o citronella. I fusti dei banani vengono trasformati in carta o filati. La polvere di carbone viene pressata in pellet. I mattoni crudi vengono resi più resistenti con il cemento.

Gli interessati al progetto non imparano soltanto come fabbricare nuovi prodotti, bensì familiarizzano anche con le basi dell’imprenditorialità: come si redige un business plan, come si tiene la contabilità e come si reinvestono gli utili. L’obiettivo è che anche una parte delle rimesse dei migranti all’estero venga investita dalle famiglie nelle piccole imprese. In modo tale che le rimesse provenienti dalla migrazione della forza lavoro aiutino a migliorare il mercato del lavoro autoctono. Le nuove piccole imprese, infatti, creano posti di lavoro nel proprio Paese.

© Helvetas / Simon B. Opladen
«In qualità di fabbro mi piace contribuire alla rifinitura di una nuova casa. Non sapevo fare nulla. Al corso ho imparato esattamente quel che mi serviva per cominciare a lavorare.»

Hem Raj Sapkota, 26 anni, idraulico e fabbro a Dhangadhi, Nepal

Economia inclusiva

Le persone povere non sempre beneficiano della crescita economica. Al tempo stesso, la povertà impedisce che si instauri una dinamica economica.

Come Helvetas sostiene le persone in Nepal

Helvetas è impegnata in Nepal dal 1956. Il programma spazia dalla formazione professionale alla costruzione di ponti fino alla riduzione del rischio di disastri.