© Helvetas
Kirghizistan

Nuove piccole imprese contro la povertà

© Helvetas

Per combattere la povertà e la disoccupazione giovanile, ampiamente diffuse nel sud del Kirghizistan, Helvetas punta sullo sviluppo di mercati e della piccola imprenditoria. Il progetto riserva una particolare attenzione al lavoro con i giovani, per offrire loro una prospettiva futura nel luogo in cui sono nati.

  • Nome del progetto
    BaiAlai: piccole imprese contro la povertà
  • Fase del progetto
    2014 - 2018
  • Finanziamento
    Questo progetto è un mandato della DSC.
  • Focus tematico
    Economia inclusiva

Opportunità di lavoro nella regione montana

La società che vive sui monti Alaj è povera e omogenea quanto quella delle montagne svizzere nel XIX secolo. Il 96 % delle famiglie alleva bovini, il 94 % possiede pecore e capre, il 72 % cavalli. Il bestiame è la spina dorsale dell’economia. Helvetas sostiene i contadini nello sviluppo di nuovi modelli commerciali di allevamento e nel miglioramento dei propri metodi. Tuttavia, con il solo allevamento i 100'000 abitanti della regione non possono uscire dalla povertà.

Per favorire il progresso di questa regione nel sud del Kirghizistan, Helvetas punta pertanto sullo sviluppo di altri mercati, nuovi e già esistenti. Oltre all’allevamento, si va dall’apicoltura e dall’artigianato (già esistenti) fino al turismo e ai servizi internet (nuovi).

La maggior parte delle famiglie nella regione dei monti Alaj vive di allevamento, che tuttavia non offre ai giovani posti di lavoro e prospettive sufficienti.

Uno dei nuovi settori economici promossi attualmente è quello paralberghiero, del quale si occupano prevalentemente le donne. La regione intorno alle cime più alte del massiccio del Pamir è di straordinaria bellezza naturale ed è una grossa risorsa.  Negli ultimi anni il numero degli escursionisti è triplicato. Inoltre, la recente apertura di strade regionali verso il Tagikistan e la Cina ha reso la regione un importante corridoio di trasporto. Camionisti e turisti alla ricerca di ristoro cercano luoghi dove alloggiare e mangiare qualcosa. Per questo il progetto sostiene le famiglie contadine con corsi di formazione che guidano i loro primi passi in questo mercato in crescita. Le donne aprono piccoli ristoranti mettendo a disposizione camere per gli ospiti. Gli uomini noleggiano cavalli e lavorano come guide per gli escursionisti.

Un'importanza particolare è attribuita al lavoro con i giovani, i quali, sottoccupati e privi di stimoli, da un lato vogliono andarsene e dall’altro potrebbero assumere posizioni estremiste nei confronti del conflitto latente con la minoranza uzbeka. L’iniziativa, programmata su un periodo di dieci anni, intende creare un ambiente di mercato che attragga i giovani: con servizi informatizzati, concorsi e una banca dati per nuove idee commerciali, aiuti per sostenere l’avvio di nuove imprese e accesso a connessioni internet efficienti. È stato inoltre organizzato uno scambio con gruppi di giovani uzbeki.

Il progetto «BaiAlai» è un mandato della DSC, realizzato da Helvetas in collaborazione con la Aga Khan Foundation.

© Helvetas
I paesaggi sconfinati e la vita dei pastori nomadi rendono la regione un’attrazione per i viaggiatori. Per questo il turismo locale è un nuovo importante settore economico per le famiglie contadine. © Helvetas

Economia inclusiva

Le persone povere non sempre beneficiano della crescita economica. Al tempo stesso, la povertà impedisce che si instauri una dinamica economica.

Come Helvetas sostiene le persone in Kirghizistan

Helvetas sostiene i coltivatori del Kirghizistan affinché possano migliorare il proprio reddito. È inoltre impegnata nella formazione professionale e nella riduzione dei conflitti idrici.