© Helvetas
Mali

Nuove strategie per l’adattamento ai cambiamenti climatici

© Helvetas

In Mali i cambiamenti climatici si manifestano sotto forma di un drammatico cambiamento delle precipitazioni. Le stagioni delle piogge sono più brevi e spesso così intense da provocare inondazioni a livello locale. Helvetas aiuta i contadini ad adattarsi al cambiamento delle condizioni.

  • Nome del progetto
    Nèmasso: nuove strategie per l’adattamento ai cambiamenti climatici
  • Fase del progetto
    2015 - 2018
  • Finanziamento
    Questo progetto è finanziato dal governo del Liechtenstein con il contributo di donazioni.
  • Focus tematico
    Ambiente e cambiamenti climatici
    Giustizia sociale e di genere

Inondazioni nel Sahel

«Chi oggi punta su piante che hanno bisogno di tre mesi per dare frutti, non raccoglierà nulla». Così un contadino riassume con precisione il significato dei cambiamenti climatici per l’agricoltura nel sud del Mali, aggiungendo che le piogge sono diminuite. Molto più grave è però il fatto che le precipitazioni spesso si concentrino in un periodo molto più breve e che siano dunque conseguentemente molto più violente. A volte la pioggia è così intensa che il terreno non riesce ad assorbirla. Scorre via senza alcuna utilità, provocando inondazioni a livello locale.

Ci sono famiglie contadine che per lo sconforto si trasferiscono nelle città pensando di trovarvi maggiori opportunità di sopravvivenza. E ce ne sono altre che rimangono. Nell’ambito del progetto «Nèmasso», parola che in bambara indica una casa umida e dunque piacevolmente fresca, Helvetas le aiuta ad affrontare i cambiamenti climatici. A livello locale con tecniche di lavorazione adattate ai campi e all’economia domestica, a livello regionale con misure di adeguamento per interi bacini idrografici.

La vostra donazione

Permette alle famiglie di avere accesso all'acqua potabile, oppure ai bambini di andare a scuola, ai giovani di ricevere una formazione professionale o ai contadini di guadagnare di più.
Donare ora
"Chi oggi punta su piante che hanno bisogno di tre mesi per dare frutti, non raccoglierà nulla!" Magoni Coulibaly, contadino del Mali.
1/2
Contatori dell'acqua piovana nell'ambito di un progetto sull'adeguamento ai cambiamenti climatici.
2/2

A livello locale, ad esempio, si cercano modi per utilizzare gli scarti della lavorazione del mango e degli anacardi o per progettare delle zone di cottura in modo tale da impiegare meglio la rara legna da ardere o il carbone di legna. Il progetto cerca anche delle possibilità per sfruttare i campi temporaneamente inondati come opportunità per coltivare mangime per il bestiame o cibo per l’uomo. Nei bacini idrici si tratta ad esempio di arginare il deflusso dell’acqua con dighe e fossati affinché possa penetrare meglio nel terreno.

Una novità nel progetto è la collaborazione attiva con il servizio meteorologico statale. I contadini non solo imparano a interpretare le previsioni del tempo e ad adattare le loro attività agricole di conseguenza, ma imparano anche a raccogliere dati meteorologici. I giovani imparano a curare la manutenzione di piccole stazioni meteorologiche.

«Nèmasso» è il primo progetto di Helvetas sul clima condotto in Africa e finanziato con denaro proveniente dal cosiddetto fondo strategico di Helvetas. In collaborazione con il governo (in questo caso il governo del Liechtenstein) e donatori privati, questo fondo permette di testare l’efficacia di nuovi approcci e tecniche per i quali ancora non sono disponibili dati empirici.

Ambiente e cambiamenti climatici

Ogni anno sosteniamo più di un milione di persone ad affrontare i cambiamenti climatici, a sfruttare le risorse in modo sostenibile e a preservare la natura.

Come Helvetas sostiene le persone in Mali

Helvetas è impegnata in Mali per l’integrazione dei giovani nel mercato del lavoro, per un migliore sistema educativo e per l’accesso all’acqua potabile.