© Helvetas
Mali

Formazione per l’agricoltura

© Helvetas

Poiché non vedono più alcuna possibilità di sviluppo, in Mali molti giovani si trasferiscono dalla campagna alle città, alle miniere d’oro o all’estero. Nell’ambito del progetto «Jigitugu» – «Realizzare le speranze» – i giovani contadini ricevono una formazione e gli incentivi per portare avanti un’agricoltura attrattiva e adatta alle condizioni di mercato.

  • Nome del progetto
    Jigitugu: giovani e agricoltura
  • Fase del progetto
    2017 - 2020
  • Finanziamento
    Questo progetto è finanziato dal Servizio di sviluppo del Liechtenstein.
  • Focus tematico
    Economia inclusiva

Campi per una nuova vita

Nel corso della storia, gli abitanti delle zone semiaride del Sahel hanno sviluppato tecniche e forme di produzione adeguate al clima caratterizzato da poco più di 1'000 millimetri di precipitazioni all’anno. In tal modo, negli anni normali sono stati in grado di nutrire le proprie famiglie. Purtroppo, però, non è più così. I cambiamenti climatici hanno infatti modificato le condizioni. L’inizio e la durata delle stagioni delle piogge sono diventati imprevedibili. La pioggia scarseggia e a farne le spese è la sicurezza alimentare. Spesso le provviste non bastano per affrontare il periodo che intercorre tra i raccolti. È diventata difficile anche la coltivazione del cotone, un pilastro importante per la sussistenza di tutti i piccoli contadini della regione.

Le regioni meridionali di entrambi i Paesi confinanti con il Mali devono lottare con problemi analoghi. Molti giovani si trasferiscono nelle città, nelle miniere d’oro o all’estero perché sono senza lavoro e non vedono alcuna possibilità di sviluppo nell’agricoltura.

© Helvetas
Korotimi Kamaté frequenta un corso trimestrale di orticoltura. © Helvetas
1/8
© Helvetas
Ciò che si impara si mette subito in pratica: sotto lo sguardo attento dell’insegnante gli allievi preparano un orto. © Helvetas
2/8
© Helvetas
La richiesta di partecipazione tra i ragazzi è alta, ma solo chi è davvero motivato viene ammesso al corso di formazione. © Helvetas
3/8
© Helvetas
Korotimi ha già piantato un proprio orto e ne vende il raccolto al mercato – come questi peperoncini – ma vuole ampliare la superficie coltivabile. © Helvetas
4/8
© Helvetas
Korotimi si reca al suo campo in bicicletta. Per andare in città, invece, prende la moto di famiglia. © Helvetas
5/8
© Helvetas
Korotimi ha costruito un semplice serbatoio che riempie con l’acqua del pozzo. Quando è pieno può bagnare il suo orto con il tubo. © Helvetas
6/8
© Helvetas
Spesso nella regione si coltivano le cipolle. © Helvetas
7/8
© Helvetas
Korotimi ha coltivato piantine di insalata e le ha trapiantate in un letto accuratamente preparato. © Helvetas
8/8

Con un progetto dal nome «Jigitugu» – «Realizzare le speranze» – Helvetas contribuisce alla valorizzazione dell’agricoltura. I giovani contadini ricevono una formazione per le professioni legate all’agricoltura – dall’agricoltura biologica alla vendita di nuovi tipi di ortaggi fino all’allevamento di pollame. Delle buone tecniche di coltivazione vengono modernizzate e la produzione viene estesa ai mercati locali e regionali. Il burro di karité, un prodotto tradizionale per la cura della pelle, ha delle opportunità di mercato sia a livello regionale sia internazionale. Anche il fonio, un antico cereale resistente alla siccità, viene richiesto in misura sempre maggiore dalla classe media che vive in città.

Con il reddito extra, anche i giovani ritrovano un po’ di fiducia in se stessi. Capiscono infatti che l’agricoltura può svilupparsi in maniera dinamica. E comprendono che in questo modo possono non solo far evolvere le loro famiglie, ma anche le loro comunità.

«Il mercato qui è limitato. Voglio che il mio commercio di ortaggi si ingrandisca. Voglio creare un’attività che funzioni e che mi faccia guadagnare bene.»

Korotimi Kamaté, orticoltrice nel distretto di San, nel sud del Mali

Padrinato Scuola professionale

Con un padrinato Scuola professionale garantite a un giovane un futuro migliore.
Diventare padrino ora

Economia inclusiva

Le persone povere non sempre beneficiano della crescita economica. Al tempo stesso, la povertà impedisce che si instauri una dinamica economica.

Come Helvetas sostiene le persone in Mali

Helvetas è impegnata in Mali per l’integrazione dei giovani nel mercato del lavoro, per un migliore sistema educativo e per l’accesso all’acqua potabile.