© Solidar Suisse
Zurigo – 25 marzo 2019

Mozambico: sostegno alle vittime del ciclone Idai

© Solidar Suisse

Il ciclone Idai ha causato morte e devastazione nell’Africa sudorientale. Centinaia di persone sono ancora disperse. Helvetas e Solidar stanno portando aiuti di emergenza in Mozambico.

Nella notte del 15 marzo, un ciclone di magnitudo quattro su cinque ha colpito la città costiera di Beira in Mozambico. In Mozambico, Malawi e Zimbabwe, "Idai" ha mietuto centinaia, forse migliaia di vittime e distrutto i mezzi di sussistenza di milioni di persone. E la catastrofe continua: i fiumi continuano ad ingrossarsi nelle zone colpite. Mancano acqua potabile pulita e ripari. Il raccolto è andato distrutto e le epidemie minacciano la popolazione.

In Mozambico, il Paese più colpito, Helvetas e Solidar stanno portando aiuti di emergenza alle vittime del ciclone. In un primo momento, i pozzi saranno bonificati e i sistemi di approvvigionamento idrico rinnovati per assicurare accesso all’acqua potabile il più velocemente possibile e per ridurre i rischi di epidemie. Anche le strutture igienico-sanitarie di scuole, ospedali e cliniche sono in fase di riparazione. In una seconda fase, saranno fornite sementi e attrezzature agricole per aiutare le persone a ricostruire i propri mezzi di sussistenza.